Arteterapia

Gruppo di incontro e confronto per giovani adulti

Mercatino di Natale 2023

Incontro di formazione: Diversità e Inclusione nella pratica clinica

“L’ARTE CHE CURA. Laboratorio espressivo per gli operatori del sociale“

Mercatino di Natale 2019

Conferenza “Io sono con te”

"Io sono con te" 

Conferenza finale del progetto: "Raccontarsi e raccontare: verso una cultura dell'incontro. Un percorso interdisciplinare di Medicina Narrativa dedicato alle Associazioni di volontariato e ai loro rispettivi utenti"

La Medicina Narrativa è una disciplina nata nel 2000 alla Columbia University di New York dalla competenza e dalla sensibilità di Rita Charon. Oggi è diffusa in tutto il mondo. Essenzialmente, invita a esplorare e comprendere il proprio universo interiore e l'universo altrui tramite il dialogo con opere letterarie e artistiche.

Nel settembre 2018 Arpa Volontariato, Associazione Alberio, Sesta Opera e Assistenza Sanitaria San Fedele hanno dato il via al progetto “Raccontarsi e raccontare: verso una cultura dell’incontro”. Uno degli scopi del progetto è quello di estendere e verificare il metodo della Medicina Narrativa anche in ambiti non clinici.

Nel corso di un intenso anno di lavoro le quattro associazioni partner hanno ospitato e proposto percorsi di formazione e laboratori di Medicina Narrativa, coinvolgendo operatori e utenti in un intrecciarsi di racconti che contribuisce all'arricchimento personale e professionale di ciascuno e favorisce una modalità di fare volontariato sempre più orientata alla promozione di una cultura dell’incontro che pone al centro il rispetto della diversità, lo scambio e l’integrazione.

Il progetto si concluderà con una serata aperta a tutti cittadinimercoledì 25 settembre alle ore 19,00 all'auditorium San Fedeledi MiIano. Oltre che per prendere consapevolezza dell’efficacia della Medicina Narrativa dal punto di vista scientifico, questa sarà un’occasione per conoscere e conoscersi, per ascoltare ed essere ascoltati.

 

 

Incontro 16 maggio ore 20: “Aggressività e violenza: forza vitale o distruttrice?”

ISCRIVITI