Psicodiagnostica

La valutazione psicodiagnostica prevede per ogni richiedente uno o più colloqui conoscitivi, volti alla raccolta dell’anamnesi personale e alla somministrazione di test proiettivi e/o di livello, a seconda del tipo di domanda portata. Tale valutazione si configura come il punto di partenza per accogliere al meglio il disagio del richiedente e per poter formulare così un’adeguata proposta, che sia mirata al bisogno e specifica per la persona che ne fa richiesta.

Lo psicologo provvede poi, al termine degli incontri, a redigere una relazione con eventuale proposta terapeutica o indicazioni per diverse forme di intervento.